Pagine

lunedì 4 dicembre 2017

Lo sterminio dei Romanov fu un omicidio rituale




di:

“Stiamo considerando la versione dell’omicidio rituale nel modo più serio. Ma non solo, un gruppo considerevole della commissione della Chiesa non ha alcun dubbio su questa spiegazione”. 

 
Lo ha dichiarato lunedì il vescovo Tikhoon (Skekunov), che non solo è segretario della Commissione patriarcale  che  continua gli studi sui resti della famiglia dello Zar  massacrata nel  1918, ma è anche ritenuto il consigliere spirituale di Vladimir Putin.  Ciò, durante  un  incontro   nel monastero Sretenski  di Mosca, e alla presenza del patriarca Kirill, che condivide la spiegazione. Tra i resti della famiglia massacrata,   alcuni sono identificati in modo incerto – sarebbero lo zarevic Aleksei e la sorella Maria – per i quali la Chiesa russa non ha ancora dato il permesso di sepoltura. La Chiesa ha canonizzato la  famiglia imperiale.

 Gli esecutori e i mandanti della strage. Da sinistra, in alto, (Yankel Solomon) Yakov Sverdlov, Philippe Goloshchyokin (Shaya-Isay Fram Goloshchekin) and Pyotr Voykov (Pinhus Wainer). Sotto: Beloborodov Alexander Georgievich (Vaisbart Yankel Isidorovich), Konstantin Myachin (Vasily Yakovlev) and Georgy Safarov (Voldin).


Per padre Tikhon,  “il solo fatto che qualcuno abbia ucciso lo zar, anche se dopo la sua abdicazione, in questo modo e che gli assassini si siano divisi le vittime – la testimonianza di Yuroski (il capo del gruppo di bolscevichi che guidò l’esecuzione, ndr) – e che erano in molti a voler essere gli assassini dello zar, dimostra che consideravano l’omicidio come un rituale particolare”.

Immediatamente  la comunità ebraica nella Federazione russa, per bocca del rabbino Baruch Gorin, ha protestato con un comunicato all’agenzia Interfax: “Queste dichiarazioni sono un chiaro esempio di oscurantismo medievale. Una teoria del complotto antisemita”.
Il sospetto di un massacro rituale ebraico non è di oggi. Il plotone  d’esecuzione che alle 2.30 del 17 luglio 1918, nei sotterranei della casa Ipatiev a Ekaterinburg uccise lo zar, la zarina, i cinque figli, il medico di famiglia ed alcuni servitori, era composto di 12 persone –  si disse, a rappresentare le 12 tribù di Israele. 

I cekisti assassini (alle persone del luogo fu detto che erano “fucilieri lettoni”, ma fra loro c’era anche l’”ungherese” Imre Nagy, futuro capo del governo a Budapest. Molti parlavano tedesco o yiddish. Lasciarono sui muri simboli o segni che furono interpretati come kabbalistici. Soprattutto, l’ufficiale bianco Nikolai A. Sokolov (1882-1924) che, quando le truppe anticomuniste ripresero brevemente Ekaterinburg ai bolscevichi,  condusse la prima inchiesta,trovò sul muro, fra l’altro, una scritta in tedesco: “BelsaTZAR ward in selbiger Nacht  von seine Knechten umgebrat,  “BaldaZAR venne assassinato  dai suoi servi nella notte”:  erano versi del poeta ebreo Heine ed è una parafrasi della Torah, nel libro di Daniele, “Quella stessa notte Baldassarre re dei Caldei fu ucciso”. 




E’ il passo dove a re Baldassarre dei caldei viene annunciata l’imminente rovina con le parole “Mene, tekel, peres”, che il profeta ebraico interpreta così: “Mene:  YHVH ha computato il tuo regno e vi ha posto fine. Tekel: tu sei stato pesato sulla bilance e trovato scarso. Peres: il tuo regno è diviso e dato ai medi e ai persiani” (Daniele 5, 26-28).


Qualcuno degli assassini bolscevichi  aveva interessanti conoscenze  rabbiniche. Il capo del plotone d’esecuzione, Yakov Yurovskij (1878-1938) era nato Jankel Movsev,   e aveva fatto studi in sinagoga. Il suo braccio destro quella notte, Mikhail A. Medvedev, era probabilmente ebreo, nato Kudrin; fu lui a sparare alla testa dello zar e della  granduchessa Marija con la pistola Browning n. 389965 che egli stesso consegnò, nel 1964, prima di morire, al Museo della Rivoluzione.  L’incarico di scogliere i corpi nell’acido solforico  se lo accollò il chimico Petr Voikov, nato Pinkus Weiner; Philiph  (in realtà Isay, un diminutivo yiddish)  Isaevic Goloshchyokin, che divenne poi un pezzo grosso della rivoluzione  (si deve a lui la morte di 1-2 milioni di persone in  Kazakhstan nel 1932-33),  si vantava di conservare la testa dello Zar nel suo archicio, in un boccale pieno d’alcol. Il più alto caporione a dare l’ordine del massacro, Yakov Sverdlov, nato Jankel Solomon  nel 1885 da un ricco mercane, massone, il più feroce organizzatore del Terrore Rosso contro i contadini e i cosacchi del Don, primo capo dello stato  sovietico: per la parte che ebbe nell’eccidio dei Romanov,la città dove avvenne,Ekaterinburg, venne ribattezzata col suo nome, Sverdlovsk;   il poeta giudeo David Bergelson lo celebrerà come “orgoglio del popolo ebraico”.


Del resto, prima della Grande Guerra (1914-18)  a Varsavia, nei negozi ebraici, si vendeva una cartolina di auguri per lo Yom Kippur in cui si vedeva un rabbino che con la Torah in una mano e un uccello sull’altro braccio: l’uccello portava la testa coronata dello Zar Nicola.


E’ l’allusione ad un sacrificio  di una gallina bianca praticato dagli ebrei più religiosi nello Yom Kippur: il fedele si fa passare la gallina sopra la testa poi la  sgozza e la dissangua, pronunciando la formula: “Questa  è una bestia sacrificale, così sia  la mia purificazione”. Un tipico sacrificio rituale di sangue,non privo di contatti psichici col voodoo ( il sacrificio di sangue associato all'egregore-entità  yavheica da richiamare per avere i favori; il sangue ha una sua energia e particolare frequenza che richiama tali entità.  Per potenziare il rito ed aumentare la stessa energia c'è una certa differenza tra il sangue di un animale o di quello di un essere umano, ancora di più di una vergine o di un bambino dalla pelle bianca e gli occhi chiari;  questi tipi di rituali sono attuati in segreto  dall'elite cabalista, per chi volesse intendere NDR ).

Hanno fatto bene gli ebrei russi  a protestare. Cosa c’entrano  loro con la strage dei Romanov? Sono tutte superstizioni antisemite.



Quando cadde l'aristocrazia Europea sotto i colpi delle varie rivoluzioni, da quella francese a quella bolscevica comunista in Russia, caddè la spina dorsale dell'Europa stessa. 
Da allora i popoli sono sottomessi al giogo dei signori dell'oro e dei loro stupidi servi;  
coloro che erano stati designati per dovere e diritto a proteggere il proprio popolo, furono spodestati dai veri tiranni dell'umanità con il favore delle masse, che sono per sua natura inferiore contro ogni libertà e contro ogni valore umano;  coloro che agirono dietro queste rivoluzioni sapevano bene fin dal principio che avrebbero avuto un solo nemico, un solo ostacolo che non permettava loro di instaurare il regno di terrore e schiavitù, le antiche aristocrazie. Sapevano fin dall'inizio che le fallimentari democrazie sarebbero state la base su cui poteva prosperare la schiavitù e la depredazione dei popoli; 
Noi tutti dobbiamo sempre tenere conto di queste cose guardando ad una nuova visione e proponendo un nuovo paradigma per risollevare i nostri popoli europei dalla schiavitù e distruzione a cui sono sottomessi.



Fonte articolo 








articoli collegati :



Un mare di sangue: la verità sulla Russia bolscevica


La cospirazione sionista: Ilya Ehrenburg il propagandista dello sterminio del popolo tedesco -parte 4

Il nuovo ordine mondiale ebraico smascherato di Zander C. Fuerza-parte-1


L'elite si ciba dei nostri figli,pedofilia e rituali satanici


I protocolli di Sion: Gli eventi confermano la loro autenticita` 


 The Hidden Tyranny (La tirannia OCCULTA)


 Democrazia: Il Grande inganno


 Miguel Serrano sull’usura internazionale


 L'elite mondialista di Henry Ford


 LA “SOLUZIONE FINALE” DELL'ELITE EBRAICA PER L'EUROPA


 COME GLI EBREI OTTENNERO IL CONTROLLO DELLA GRAN BRETAGNA


Il "vangelo" di Dietrich Eckart  


EGREGORE ED EONI  


 IL DIO DEL MALE JAHVEH,E LA CREAZIONE DELLE RELIGIONI-1 PARTE


IL FILM HALLOWEEN E IL SACRIFICIO MAGICO DI SANGUE PER I CONTROLLORI  



10 commenti:

  1. Scusami White Wolf,ma se è esistita Atlantide e Lemuria,allora gli uomini primitivi e i dinosauri NON SONO ESISTITI?Allora perché sono presenti resti di quest'ultimi?Ed è vero che la teoria sull'evoluzionismo di Darwin(ebreo) è falso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'uomo primitivo come rappresentato dalla storiografia ufficiale non è mai esistito, non è mai esistita una evoluzione lineare di matrice darwiniana, sono esistiti diverse tipologie o specie di umanità, diverse anche come aspetto fisico, che mutano ogni ciclo cosmico, tutto si muove in maniera ciclica non lienare, ma l'uomo nacque uomo, non deriva da nessuna scimmia come vorrebbe fare credere la menzogna globale. Noi siamo la 4 razza derivata direttamente dalle 3 razza che erano gli iperborei di atlantide, descritti come alti,carnagione bianca e biondi, dai poteri spirituali elevati, e che avevano una tecnologia superiore alla nostra, ma di natura spirituale non materiale come quella odierna. Si appresta alla fine di questo ciclo cosmico l'arrivo di una nuova specie di umanità, la 5 razza noi crediamo di natura spirituale.
      I dinusauri sono esistiti ma in contemporanea con l'uomo, si presume che all'epoca di iperborea o atlantide questi vivessero insieme all'umanità, e questo spiega il fatto che in molte sculture rupestri o statue siano raffigurati questi dinosauri, e che quindi chi li aveva scolpiti o disegnati di conseguenza li vedeva, perchè erano vissuti in contemporanea con l'umanità del tempo. Queste specie animali particolari, non si sono del tutto estinti ma vivono al centro della terra, dove si sono rifugiati gli antichi abitanti di atlantide, ma sono in un altra dimensione, attenzione terra cava vuol dire che essi vivono all'interno della terra si, ma sono in un altra dimensione diversa dalla nostra,i mondi sono intrecciati tra loro ma divisi da diverse vibrazioni, in effetti quando ci sono alcune apparizioni come ad esempio il mostro di Lokness, vuol dire che qualcuno di questi dinosauri è riuscito a trovare un entrata o passaggio tramite alcuni tunnel, per il nostro mondo, e questo spiega le apparizioni di questi esseri, non confondendo con chi invece ci truffa su queste cose, sia nel senso di manipolare la verità per creare confusione, chi invece lo fa per soldi. I cosiddetti "bigfoot" di cui ci sono molti avvistamenti e documenti, sono parte di questi esseri che tramite alcuni passaggi ogni tanto riescono a pasare in superficie, lo stesso vale per molti altri esseri che ogni tanto creano scalpore.

      Elimina
  2. Digitate:"HOLYWAR GLI EBREI3" per aprire un po di piu gli occhi sul Vero Nemico .
    Blondet e'un enciclopedia nei video pero'non ci siamo non e'un oratore ,a differenza di Don Giulio Tam in video ti carica bisognerebbe vederlo in abiti civili sbaraglierebbe tutti

    RispondiElimina
  3. Ma l'ateo Trosky, fondatore dell'armata rossa era ebreo. Come la mettiamo?

    RispondiElimina
  4. Riguardo al vodoo , pare che alcuni simboli cattolici in particolare si rifanno ad esso ,quando vediamo cose trafitte, corone di spine , pensiamo a tutta la simbologia della passione , del sacrificio....
    Papa Benedetto incontrò pure alcuni esponenti di questa religione in Africa.

    Delitti rituali come il sacrificio delle vergini , se ne parla come se fosse una leggenda , come mai libri, film , ecc.. che danno corpo a tante e bizzarre fantasie , favole , neanche in forma romanzata , se queste cose avvengono , non ne parlano mai ? Neanche esponenti religiosi , che dovrebbero essere a guardia di tali forme di culto?

    RispondiElimina
  5. Digitate" zevi e I matrimoni misti " CAPITE CHI SONO I VERI RAZZISTI ? SONO GLI EBREI COME FIANO ,FANNO TANTO I progressisti e poi si sposano solo tra di LORO

    RispondiElimina
  6. Gli unici 2 popoli che non si "mischiano" ai Gentili sono gli Ebrei e gli Zingari......Lucio Astarti

    RispondiElimina
  7. Digitate:"udo ulfkotte e'morto video" Giornalista che vuota il sacco prima di morire a 56 anni ,lui parla di CIA ma si sa che sono sempre I PERFIDI EBREI CHE COMANDANO SU TUTTO CON LE LORO BANCHE INFORMAZIONE E MOSSAD ,VEDI MORO IN ITALIA ,KISSINGER(EBREO INFAME) ACCUSATO DALLA MOGLIE DI MORO ,RITROVAMENTO DEL CORPO DI MORO NEL QUARTIERE EBRAICO DI ROMA PIU DI COSI !

    RispondiElimina
  8. PAGHERANNO TUTTO MOLTO CARO! Spero che il caro WW non si sbagli sull'età dell'oro...Lucio Astarti

    RispondiElimina
  9. A questo punto credo che tutta la storia della distruzione sistematica della nobiltà bianca sia da vedere nella ottica Dell omicidio rituale. Non è casuale che storicamente ogni qualvolta gesuiti ed ebrei venivano espulsi a forza dai vari stati le vendette non tardavano a venire, in varie forme, dalle rivoluzioni ai rapimenti agli omicidi, Ismaeliti e gesuiti da sempre alleati, senza dimenticare l a continua mistificazione della storia sulla nobiltà specialmente da parte della massoneria che è perfettamente a conoscenza della realtà ma da sempre fomenta l odio nei nostri confronti pro domo sua. Ahimè stiamo tornando.
    jj

    RispondiElimina